ESG Report

Primo Esg Report per American Express 

Il rapporto su Environmental, Social and Governance include iniziative in ambito inclusion & diversity del gruppo, impegno a supporto degli stakeholder durante la pandemia da Covid-19, aggiornamenti sui progetti filantropici e a sostegno dello sviluppo delle comunità locali a livello globale 

18 Gen 2021

Una coerente dimostrazione dello sforzo nel contribuire all’evoluzione e alla crescita del nostro Paese con un approccio che sostiene a 360° colleghi, clienti e comunità in chiave ESGSi presenta così il primo Environmental, Social and Governance (ESG) Report di American Express che, rispetto a quello di Corporate Social Responsability, valorizza le iniziative in tema inclusion e diversity in azienda, l’impegno a supporto dei diversi stakeholder durante la pandemia Covid-19, i continui progressi rispetto al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale e le iniziative filantropiche più significative. 

Melissa Ferretti Peretti, Amministratore Delegato American Express Italia sottolinea la dedizione dell’azienda in questo periodo, sia a livello nazionale che globalenel “mettere al primo posto la salute dei colleghi con l’estensione a tutti del lavoro da remoto, realizzare iniziative a supporto dei piccoli negozianti cogliendo l’opportunità di far riscoprire agli italiani le eccellenze del nostro paese, restituire valore ai consumatori e mettere in contatto le PMI italiane e gli esercenti per fare sinergia”.

L’istituzione di un Comitato direttivo ESG

Il report è basato su un’analisi approfondita delle aspettative degli stakeholder interni ed esterni, tra cui terze parti, clienti, colleghi, partner, regolatori, fornitori e rappresentanti delle comunità locali, che hanno contribuito ad evolvere la strategia e le priorità dell’azienda in ambito ESG. Per facilitare il raggiungimento dei nuovi obiettivi, il Gruppo ha istituito un nuovo Comitato direttivo ESG, composto da dirigenti senior di tutta l’azienda, responsabile di guidare lo sviluppo di nuovi traguardi e parametri ESG. 

Lavoro: da remoto per tutti, ma anche attento a inclusione e diversità 

Tra le priorità sul fronte “ambiente lavorativo” figurano: garantire l’esperienza lavorativa migliore per i colleghi, supportare la crescita dei talenti e sviluppare nuove metodologie di lavoro per promuovere l’innovazione e generare valore. 

Dall’inizio della pandemia il Gruppo ha esteso lo smart working, da sempre attivo, alla totalità dell’Azienda, permettendo a 60.000 colleghi, connessi attraverso piattaforme innovative e strumenti tecnologici all’avanguardia, di continuare a lavorare da casa e di essere vicini ai propri clienti grazie alla piena operatività di tutti servizi del Gruppo.  

Per promuovere la strategia di Inclusion e Diversity in tutta l’azienda e affrontare i problemi di disuguaglianza e giustizia sociale, American Express si impegna a costruire una cultura che rispetta questi valori e a condividere i progressi raggiunti in termini di ripartizione dei collaboratori per genere, etnia e ambito di competenza. Inoltre, ha creato un Office of Enterprise InclusionDiversity and Business Engagement, che riporta direttamente al CEO. 

A riprova del commitment dell’azienda, tra gennaio 2018 e giugno 2020, è aumentato del 250% il numero di donne tra i membri del suo Comitato Esecutivo, del 100% le Country Manager e del 33% le Amministratrici nel suo Board. In Italia, oltre il 60% dei collaboratori dell’azienda e 5 membri su 7 del Senior Executive Team sono donne, a partire dall’Amministratore Delegato, Melissa Ferretti Peretti. Nel nostro Paese American Express ha inoltre realizzato per il secondo anno un programma di sviluppo della leadership dedicato ai talenti femminili, chiamato Make Your Mark.  

 

Durante il Covid-19: sostegno finanziario, policy favorevoli e networking B4B 

Durante la pandemia da Covid-19, American Express ha promosso diverse iniziative per aiutare i propri clienti, tra cui consumatori, PMI, aziende ed esercenti, a superare le difficoltà finanziarie. 

In termini di assistenza ai clienti, l’azienda ha creato un nuovo programma per fornire supporto a breve termine e potenziato il programma di sostegno finanziario a lungo termine in 20 paesi. In Italia, per i Titolari di Carta, American Express ha messo in campo iniziative concrete, proponendo sconti, promozioni negoziate, iniziative per retrocedere loro valore, che non si sono fermate e che proseguiranno tutto l’anno. 

Per gli esercenti, ha adeguato alcune policy tra cui l’aumento del limite di spesa per le transazioni contactless per ridurre il contatto fisico nel punto vendita, e il fatto che per le transazioni con Carta American Express, in tutto il mondo, non è più necessaria la firma dei titolari al momento della transazione nel punto vendita. E poi, oltre 200 milioni di dollari sono stati stanziati nel progetto Shop Small per incentivare la spesa dei Titolari di Carta nei  piccoli negozi di quartiere nella fase di ripartenza.

American Express ha aiutato anche il mondo del turismo e della cultura, che in Italia si traduce nell’impegno a portare l’accettazione della carta in tutti i principali siti culturali e località turistiche del Paese e nel lancio del progetto “Io Viaggio in Italia”, che attraverso lo sviluppo 16 guide digitali ispira gli italiani che hanno scelto di viaggiare nel nostro Paese a riscoprire le gemme dell’Italia.

Infine, l’azienda ha facilitato il networking tra esercenti e aziende, che nel nostro Paese si è tradotto nella creazione della piattaforma B4B, per generare opportunità di business. 

  

Iniziative per il benessere ambientale e della comunità 

American Express sta lavorando per aiutare ad affrontare i problemi sociali più urgenti all’interno delle comunità in cui opera in tutto il mondo. Dal 2019 ad oggi, ha fatto leva sulle sue iniziative di impegno filantropico e civico per potenziare il sostegno a persone e organizzazioni in prima linea nell’affrontare le sfide sociali più complesse. 

Più di 42 milioni di dollari sono stati investiti in azioni di beneficienza a livello globale nel 2019. Nella prima metà del 2020, la società ha stanziato oltre 7 milioni di dollari in sovvenzioni per sostenere comunità, organizzazioni e professionisti sanitari, aiutando a combattere la pandemia Covid-19. In Italia due donazioni da 50.000 dollari per la Fondazione Buzzi di Milano, che ha raccolto le richieste degli ospedali della Lombardia e fornito postazioni per la terapia intensiva, e la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma, che ha aperto il nuovo “Columbus Covid 2 Hospital” per il supporto ai pazienti Covid-19. E ancora 3 milioni di dollari in sovvenzioni al NAACP Legal Defense and Educational Fund, la National Urban League e organizzazioni focalizzate sul sostegno alla comunità afroamericana. 

Il Gruppo, già a emissioni zero, è alimentato da elettricità rinnovabile al 100% ed è stata riconosciuta dalla CDP Climate A List 2019, tra le aziende leader nello sforzo e nella trasparenza rispetto al tema dei cambiamenti climatici. In Italia la salvaguardia dell’ambiente è stata promossa attraverso la partecipazione dei colleghi, all’interno del programma globale Serve2gether, a diverse giornate di volontariato, tra le quali l’evento Keep it Blue dello scorso anno, che ha visto American Express sposare la causa dell’ambiente marino. 

Immagine fornita da Shutterstock.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5