Insurance

ESG: Enel lancia la prima assicurazione “sostenibile”

La società in collaborazione con Marsh mette sul mercato “Property all risk Sdg linked”, il primo programma assicurativo che recepisce e integra criteri di sostenibilità come gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Il premio è subordinato al raggiungimento da parte di Enel del 55% della capacità totale installata con fonti rinnovabili entro la fine del 2021

19 Gen 2021

Veronica Balocco

Un’assicurazione che recepisce e integra criteri di sostenibilità inediti, quali gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite. Un’assicurazione, in una parola, “sostenibile”. Si tratta del primo programma al mondo nel panorama assicurativo lanciato nelle scorse settimane da Enel, in collaborazione con Marsh, player mondiale nell’intermediazione assicurativa e nelle soluzioni innovative per il risk management.

Il programma assicurativo si chiama “Property all risk Sdg linked”, in omaggio al legame con l’indicatore SDG 7 “Affordable and clean energy”, che impegna Enel a raggiungere entro la fine del 2021 il 55% della capacità totale installata con fonti rinnovabili, obiettivo cui è legato il costo del premio assicurativo.

Nel 2019 il lancio del primo bond “sostenibile”

Non è la prima volta che il Gruppo Enel si fa protagonista nell’innovazione della finanza sostenibile: nel 2019 ha emesso il primo Sustainability-linked bond al mondo ed è oggi il maggiore emittente di tali strumenti. L’iniziativa in ambito assicurativo, portata avanti da Enel Insurance N.V., la società captive di riassicurazione del gruppo Enel, è stata possibile anche grazie al supporto del broker Marsh.

WHITEPAPER
Come evitare l’errore umano grazie all’Artificial Intelligence Operations?
Acquisti/Procurement
Big Data

Marsh assiste Enel a livello mondiale su diversi programmi assicurativi ed è consapevole della strategia dell’azienda che pone la sostenibilità al centro della catena del valore – afferma Alberto Mendolia, Rm General leader di Marsh Italia -. Con la nostra esperienza nel rischio e nei servizi consulenziali abbiamo potuto supportare Enel nella costruzione e collocamento di un programma assicurativo che promuove e valorizza la performance di Enel per quanto riguarda i fattori ESG (environmental, social and governance). Questo ci ha permesso insieme al cliente di implementare un meccanismo di riconoscimento che premia il gruppo Enel attraverso un sistema di “crediti assicurativi” a fronte di un riconoscimento da parte dei partner assicurativi al miglioramento del profilo di rischio property”.

Climate change al centro delle strategie aziendali

“La collocazione del primo programma assicurativo al mondo collegato ad obiettivi di sostenibilità è un’ulteriore prova dell’impegno di Enel verso una piena integrazione della sostenibilità in ogni strategia e attività del nostro business, oltre che del crescente interesse da parte del mondo finanziario e adesso anche assicurativo di prodotti finanziari sostenibili,” aggiunge il Cfo di Enel, Alberto De Paoli.

Sostenibilità e cambiamento climatico sono prioritari nell’agenda politica mondiale, ormai anche delle aziende e delle imprese. “Stiamo toccando un tema molto importante in questi anni, cioè il cambiamento climatico. Sicuramente per Marsh questo progetto è stato ambizioso e abbiamo dovuto reiventarci per offrire al nostro cliente una soluzione alle sue esigenze. Analizzando i green bond che Enel ha emesso, in precedenza, sui mercati finanziari abbiamo pensato che il mercato assicurativo avrebbe potuto recepire una soluzione innovativa. Quindi, abbiamo anticipato il mercato studiando un programma assicurativo completamente nuovo che si basa su parametri legati a obiettivi di sostenibilità” conclude Mendolia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5