Obiettivi ESG

Schneider Electric e ESG, un impegno di lunga data

Il player di riferimento nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione rilancia con forza la sua strategia di lungo termine per integrare aspetti ambientali, sociali e di governance in tutti gli aspetti della sua attività e per aiutare i suoi clienti e partner a raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità

26 Gen 2021

Essere un’azienda sostenibile che persegue un business sostenibile è il perno della strategia di Schneider Electric. Governance ambientale e sociale sono due temi di cui l’azienda si è fatta carico da tanto tempo e oggi decide di dare continuità a questo impegno definendo il nuovo programma Schneider Sustainability Impact (SSI) valido per dal 2021 al 2025 che porta con sé un’accelerazione significativa rispetto agli obiettivi preesistenti.

Sei impegni di lungo termine, per dare un contributo a ognuno degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite sostenuti da altrettanti obiettivi concreti (undici per la precisione), da raggiungere entro il 2025. Tra questi compaiono: agire con un approccio climate-positive; usare in modo efficiente le risorse; essere all’altezza dei propri principi di fiducia; creare pari opportunità; fare spazio al potenziale di tutte le generazioni; fornire strumenti di crescita alle comunità locali.

“Avere la capacità e la volontà di rendere il mondo più sostenibile e equo non è semplicemente una responsabilità morale è una scelta aziendale sensata” commenta Olivier Blum, Chief Strategy and Sustainability Officer di Schneider Electric. “Quello che è accaduto nel 2020, segnato da eventi quali il Covid-19, una serie di disastri legati al cambiamento climatico, ma anche dal quinto anniversario degli Accordi di Parigi, rende ancora più urgente agire – sottolinea -; inoltre, ha rafforzato la volontà dei nostri clienti di accelerare la loro transizione in ottica di riduzione delle emissioni. Le nostre soluzioni possono aiutarli anche a raggiungere i loro obiettivi”.

Soltanto nell’ultimo anno, Schneider Electric ha accelerato la sua roadmap di decarbonizzazione e firmato il Climate Pledge unendosi a partner globali come Amazon, Infosys e Daimler per contribuire a garantire la neutralità del carbonio entro il 2040; è stata tra le prime aziende a emettere un bond ESG convertibile; è stata inserita per il decimo anno consecutivo nella CDP-A List per la trasparenza e azione in campo ambientale; è entrata nella classifica Financial Times’ Top 50 Diversity Leaders ranking. Quest’anno è stata appena riconosciuta come Gruppo più sostenibile al mondo secondo la classifica Global 100 Corporate Knights 2021.

Potrebbe interessarti anche la lettura di questo articolo Schneider e la sostenibilità: obiettivo perseguibile grazie al digitale

Immagine fornita da Shutterstock.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5