Efficienza energetica

Più semplificazione con la nuova etichettatura energetica degli elettrodomestici

Dal primo marzo 2021 alcuni dei più comuni elettrodomestici dovranno riportare una nuova etichettatura, meno complessa di quella precedente

03 Feb 2021

Meno confusione per i consumatori relativamente all’efficienza energetica degli elettrodomestici acquistati: con questo obiettivo, dal marzo 2021 entrerà in vigore una nuova etichettatura energetica per tutta una serie di elettrodomestici (tra cui frigoriferi, lavatrici, lavasciuga e lavastoviglie), secondo quanto stabilito dalla Commissione europea.  Come noto, da circa un ventennio gli utenti hanno imparato a familiarizzare con le etichette energetiche, che attribuiscono ad un elettrodomestico un determinato valore di efficienza energetica, cioè di consumare meno energia. Il problema che ha portato a questa ultima riforma è che, nel corso degli anni, le etichette si sono fatte estremamente confuse, come A+++-40%, sebbene le etichette ufficiali continuassero a riportare solo la classe A+++. Rendendo così molto complicato percepire i reali vantaggi offerti dai modelli in commercio.

Pertanto, da marzo 2021, i segni “più” saranno abbandonati per tornare alla scala A-G originaria: da A (massima efficienza) a G (bassa efficienza). Le nuove etichette faranno la loro comparsa ufficiale nei punti vendita dal 1 marzo, ma già dallo scorso settembre, in caso di acquisto di un frigorifero, una lavatrice, una lavasciuga o una lavastoviglie testati secondo la nuova normativa, è presente nella confezione la nuova etichetta, affiancata a quella vecchia. Un ulteriore elemento caratteristico delle nuove etichette energetiche è la presenza di un codice QR che fornirà ai consumatori informazioni aggiuntive (non commerciali) sul prodotto esaminato, tutti dati che saranno disponibili e consultabili nel database EPREL dell’Unione Europe. Tra gli attori coinvolti nel progetto c’è anche Samsung: “Il nostro obiettivo è offrire prodotti non soltanto performanti ed innovativi, ma anche efficienti dal punto di vista energetico – ha commentato Daniele Grassi, Vice Presidente Home Appliance Samsung Electronics Italia – . “Samsung può contare su una serie di dispositivi che rispondono già ai requisiti per essere al vertice della nuova etichettatura energetica e questo dimostra che la nostra azienda è all’avanguardia non solo dal punto di vista tecnologico, ma anche nei vantaggi offerti al consumatore in termini di efficienza, risparmio e tutela delle risorse”.

Immagine fornita da Shutterstock.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

E
Efficienza energetica

Articolo 1 di 5